ROUND 3, MISANO 12 e 13 giugno

ROUND 3, MISANO 12 e 13 giugno

Dopo un anno di assenza dal Misano World Circuit il Campionato Mondiale Superbike torna in Italia, con Rc Squadra Corse e Eugene Laverty di nuovo in pista due settimane dopo l’Estoril. 

Il pilota irlandese ha iniziato la giornata di venerid provando alcuni aggiornamenti tecnici sulla moto, aumentando il proprio feeling con la M 1000 RR giro dopo giro. FP1 chiuse con il diciottesimo tempo finale, ma non lontano dalla top ten. Alla fine del turno il Team ha analizzato i dati e apportato alcune modi-fiche, che gli hanno permesso di ottenere il quindicesimo tempo nelle FP2. 

Dopo ulteriori modifiche al setting da parte dei tecnici di Rc Squadra Corse, Eugene ha iniziato le FP3 con un ottimo 1’34.791, stabilizzandosi con un passo attorno al 1’35.0. Terzo posto in classifica a pochi minuti dal termine, ma una spaventosa caduta alla curva 10 lo ha costretto a sospendere il turno. Data la dinamica della caduta, Laverty è stato sottoposto ad una lunga serie di esami, che nonostante la grande botta, non hanno evidenziato nessuna criticità.  
I medici hanno comunque dichiarato unfit per Superpole e Race 1.

Domenica mattina, dopo ulteriori controlli, i medici hanno dichiarato “Fit to race”.  
Ecco la notizia che aspettava tutto il Team, che aveva lavorato duro per ricostruire la moto.  
Nel warm up Laverty ha cercato di ritrovare confidenza con la moto senza forzare troppo. 

Partito in entrambe le gare in ultima posizione sulla griglia, è stato in grado di recuperare  fino al tredicesimo posto in Superpole Race e fino al quindicesimo in Race2. 
Una grande reazione di Rc Squadra Corse e Eugene Laverty nella gara di casa, conquistando punti mondiali nonostante una grossa caduta.   Roberto Perego, Team Manager : “E’ stato un weekend difficile, nonostante dei buoni tempi sul giro nelle prove l’incidente in FP3 ha condizionato i nostri piano. Eugene ha recuperato la sua condizione Do-menica mattina, e per noi era importante che stesse bene e riuscisse a tornare in moto. Nonostante la condizione non perfetta è riuscito a lottare per la top ten in Superpole Race, ed ha conquistato punti in entrambe le gare. 

Non siamo contenti ma abbiamo raccolto punti, raggiungendo il nostro obiettivo, anche se parzialmente. Ora lavoreremo molto nel nostro workshop per sviluppare la parte tecnica ed essere ancora più pronti per Donington.”   Eugene Laverty, Rider : “La cosa più importante erà tornare in pista. Sono un pilota e se sono in grado di guidare e prendere un solo punto è un dovere verso il mio Team e Bmw. Quindi aver raccolto un punto ha un valore per me. Oggi fisicamente non ero al 100% ma sono contento perché ho gareggiato, ed era la cosa più importante, tornare in pista.  Ora mi potrò dedicare al recupero fisico in vista della prossima gara, in cui sarò al 100%.”